150
Zvonimir Boban, CFO del Milan, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport, toccando diversi temi. Il mercato, i giocatori che sono arrivati, quelli che potevano sbarcare. Da Modric a Correa, dalle strategie al progetto a lungo termine, una sessione lunga e faticosa: "E' stata una sessione pesante, spero che la Fifa accorci un po' i tempi. Con queste date si stressano le squadre e i loro allenatori. I giocatori vanno e vengono​".

SU REBIC - "Ha tanto carattere e tanta forza, in più sa giocare in diversi ruoli. Lo si può schierare nelle due punte o altrove. Siamo felici che sia con noi perché è un ragazzo serio, che è cresciuto tanto tecnicamente negli ultimi anni"​.

LA LINEA DEL CLUB - "Bene i giovani, però devono essere accompagnati da chi ha esperienza, anzi, forse sarebbe stato un bene avere qualche giocatore esperto in più. I milanisti aspettano da tempo e io e Maldini non vogliamo attendere tanto prima di fare grandi cose. Ma abbiamo iniziato un percorso a gradi. Non possiamo accettare di navigare a metà classifica, però non si arriva in un giorno dove eravamo una volta".
SU MODRIC - "Modric assolutamente improbabile. Lui è un grande milanista, da quando era piccolo, aveva tanta passione di venire. Ma non siamo mai arrivati alle cose concrete, non voleva lasciare il Real dopo una stagione brutta".

SU CORREA -
 "Per Correa non ci siamo trovati sulle basi economiche, e va bene così. Ci sono stati anche altri giocatori che non sono stati presi. Chissà se non è un bene. Abbiamo una buona rosa, abbiamo fatto buoni acquisti, si vedrà nel tempo se abbiamo fatto bene o male".

SULLA PROPRIETA' - "Non li ho sentiti proprio. Abbiamo lavorato tanto durante questo calciomercato. Ci siamo organizzati, abbiamo voluto dare un segno importante. Un giocatore da 100 milioni, da solo, non ti cambia la squadra".