22
Era il lontano 2008 quando il San Paolo si laureava per la terza volta consecutiva campione del Brasile diventando, in quel momento, anche la squadra più titolata del paese. In quella rosa giocavano Hernanes, Oscar, Miranda, l'intramontabile Rogerio Ceni e fece una comparsata perfino Adriano l'imperatore. Da allora il club paulista ha vissuto anni di pochi alti e tanti bassi, con la sola vittoria della Copa Sudamericana nel 2014 a fare da contraltare a risultati non eccelsi nel Brasileirao. L'opera di svecchiamento e rivoluzione della rosa tricolor sta però dando quest'anno i suoi frutti e la squadra allenata da Fernando Diniz è in vetta al campionato con ben 7 punti di vantaggio su Flamengo e Atletico Mineiro. E fra i protagonisti indiscussi di questa stagione c'è sicuramente la stellina Brenner.
BOMBER COL GOL NEL SANGUE - Classe 2000, 
Brenner Souza da Silva è uno dei gioielli più lucenti della cantera del San Paolo in cui arriva all'età di 13 anni, dopo che il club paulista l'aveva opzionato già da quando ne aveva 11. Brenner esordisce nel 2017 in prima squadra ma con l'addio di Rogerio Ceni trova poco spazio e viene anche prestato al Fluminense senza trovare la giusta consacrazione. Eppure lui i gol li ha sempre fatti, 23 in 30 presenze in under 15, 28 in 11 in under 17 giocando spesso come ala offensiva. La sua evoluzione lo porta presto a ricoprire i panni della prima punta alla "Gabigol" o alla "Gabriel Jesus" che in Europa hanno avuto fortune opposte, ma che in Sudamerica di successi ne hanno conquistati parecchi. E quest'anno giocando finalmente da titolare nel suo San Paolo è già arrivato a quota 22 gol e 4 assist in 37 presenze fra campionato e coppe, con l'ultima segnata proprio al Fluminense e decisiva per la formazione tricolor.
 

JUVE E MILAN - Numeri impressionanti per un ragazzo di appena 20 anni e che hanno ovviamente attirato l'attenzione di numerosi club europei. Il PSG con Leonardo lo osserva da tempo, l'Ajax è pronto anche allo sforzo economico per portarlo subito in Olanda. E in Italia? I contatti più vivi con i suoi agenti, che sono gli stessi di Emerson Palmieri, li ha avuti la Juventus nel corso degli ultimi due anni, ma nell'ultimo periodo si è mosso anche il Milan con i suoi scout che lo seguono con grande attenzione. Ha un contratto che scadrà a dicembre 2022 e questo lo mette davanti a una scelta importante da fare per il suo futuro