106
La capacità di saper approfittare delle occasioni che vengono concesse è uno dote importante, tanto più per un giocatore nuovo e arrivato col ruolo definito di "riserva". Se l'ambientamento di Brahim Diaz al Milan sta procedendo per il meglio, con un bottino di due gol realizzati in questo avvio di stagione, lo si deve anche alla sua capacità di cogliere l'attimo. Titolare per la prima volta in Serie A contro il Crotone e subito in gol, il ragazzo di Malaga non ha tradito nemmeno quando Pioli ha avuto bisogno di lui per sostituire l'infortunato Calhanoglu.

UN'ALTRA CHANCE - Un'occasione che potrebbe ripresentarsi lunedì sera, visto che il trequartista turco è ancora fortemente in dubbio per la partita contro la Roma che chiuderà la quinta giornata. Il test alla caviglia a cui sarà sottoposto domani il numero 10 rossonero sarà risolutivo in un senso o nell'altro per averlo al massimo in panchina, il che significa che Brahim Diaz si candida per una maglia da titolare anche contro i giallorossi. Un ulteriore esame per comprendere la consistenza di un giocatore in una sfida contro una possibile concorrente per un posto nella prossima Champions League.
APPUNTAMENTO COL REAL - E magari un nuovo test in vista delle discussioni che il Milan ha in programma di avviare col Real Madrid per discutere del futuro a lungo termine dello spagnolo. Maldini e Massara, convinti sin dall'inizio di poter mettere le mani su un prospetto con margini di crescita enormi, avevano provato a strappare un'opzione per il riscatto ma, di fronte al veto dei blancos, si sono ripromessi di affrontare la questione più avanti. Segnale della totale fiducia nel giocatore e nell'investimento: contro la Roma, Brahim ha la chance di dimostrare di essere molto di più di una "riserva".