6
162 presenze, 16 gol e 39 assist in 4 anni. E ora lo Sporting Lisbona lo sospende. André Carrillo, talentuoso esterno offensivo peruviano, ha il contratto in scadenza nel 2016 con il club portoghese e non ha nessuna intenzione di rinnovarlo. Con un comunicato apparso sul sito, lo Sporting ha ufficializzato la sospensione: "Lo Sporting riconosce il diritto del giocatore di non rinnovare il contratto, valido fino al 30 giugno 2016. Il club riconosce tutti i diritti dei giocatori, protetti dalla legge. Allo stesso tempo, lo Sporting riconosce i propri diritti e doveri, gli stessi diritti che offrono una protezione contro i dipendenti che agiscono in mala fede, che sono sleali e che intenzionalmente danneggiano il club".

RIFIUTO INGLESE - Nel comunicato, il club portoghese spiega che negli ultimi mesi tante proposte sono state presentate al classe '91, ma nessuna di queste è stata accettata. Addirittura i biancoverdi hanno soddisfatto anche le richieste di Carrillo, che all'ultimo si è tirato indietro. In estate era stato trovato un accordo con un club inglese ​per la sua cessione, ma il peruviano ha rifiutato il trasferimento. Infine, il giocatore e la società avevano deciso, di comune accordo, di dividersi a gennaio se fosse arrivata un'offerta, ma anche questa ultima soluzione è stata poi ritrattata dall'ex Alianza Lima

INTER ALLA FINESTRA - André Carrillo, protagonista con la Nazionale peruviana nell'ultima Coppa America con un gol nella finalina contro il Paraguay, piace da tempo all'Inter. L'esterno offensivo, sul quale c'è anche il forte interesse del Valencia, è visto come il sostituto ideale di Rodrigo Palacio, che ha il contratto in scadenza, come Carrillo, nel 2016. La Culebra come erede del Trenzache ci sia la società nerazzurra dietro il mancato rinnovo con lo Sporting Lisbona?