90
Alessandro Costacurta si rivede nel passaggio del video tratto da Sky Calcio Club in cui passa per maschilista ("Se mia moglie avesse detto dei miei compagni le cose che ha detto Wanda Nara, l' avrei cacciata fuori di casa"). E non si riconosce: "Quello non sono io".
 
Intervistato dal Corriere della Sera, Costacurta spiega: "Confermo. Si trattava di una frase singola all'interno di un discorso più ampio, in ambito di una discussione tra colleghi sul ruolo di Wanda Nara. I procuratori (maschi) di Zanetti, Bergomi, Maldini o Del Piero le assicuro che non si sono mai permessi uscite così. Criticavo il procuratore Wanda Nara, indipendentemente dal genere sessuale. Tutto ruota intorno a quello".

L'intervistatrice fa notare che l'espressione "cacciare fuori di casa" riferito a una moglie, resta comunque un' espressione sgradevole.

E Costacurta: "Sono d' accordo. Ho sbagliato e mi scuso. Una frase così oggi non si dovrebbe mai sentire".

La vita è come il calcio: ha fatto un fallaccio, è stato ammonito, si riparte: "Cerco di essere chiaro: io le donne nel calcio le voglio. Il mio lavoro commissariale in Federcalcio lo dimostra. Patrizia Panico all' Under 15 l' ho proposta io. Non pretendo di essere all' avanguardia, ma nel mio piccolo qualcosa ho fatto...".

E sua moglie Martina Colombari, quando ha visto il video incriminato, cosa le ha detto? "Mi sa che hai fatto una cavolata, Billy!".