2
Davide Ballardini guarda il calendario e lo ringrazia. Malgrado la quinta sconfitta stagionale, il 3-2 incassato ieri sera a Torino, e una vittoria che manca ormai da un mese e mezzo, la panchina del tecnico del Genoa non è al momento a rischio.

La società, che più volte ha confermato la propria fiducia nel tecnico di Ravenna, ora comincia a nutrire qualche dubbio. Ma allo stesso tempo sa che un ribaltone alla vigilia di due gare chiave come quelle che attendono il Grifone nei prossimi giorni, potrebbe creare più danni che benefici.

CROCEVIA SPEZZINO - In particolare grande attenzione della riservata alla sfida di martedì in casa dello Spezia. Lo scorso anno proprio con una vittoria al Picco all'antevigilia di Natale Ballardini inaugurò la sua quarta parentesi in rossoblù. Dieci mesi più tardi lo stesso allenatore è il primo ad essere consapevole che quello stesso stadio potrebbe ora rappresentare il suo capolinea. Vincere in riva al Golfo dei Poeti tuttavia potrebbe non essere sufficiente qualora il Genoa dovesse inciampare nuovamente domenica prossima contro il Venezia. In sostanza per Ballardini ci sono poche alternative: o porta a casa almeno 4 punti contro aquilotti e leoni, oppure il suo addio alla panchina del club più antico d'Italia sarà praticamente scontato.