Commenta per primo

Da uomo della speranza a 'caso'. Il problema è che l'attaccante rossoblù non tocca biglia, non aiuta i compagni, raramente entra in un'azione: si limita a corricchiare, non allunga neppure la gamba per intercettare un pallone che passi nei suoi paraggi.

L'ex bresciano evidentemente non è in condizione: accusa più del dovuto l'estate travagliata, senza alcuna certezza a livello professionale. Malesani ha il sacrosanto dovere di attendere un elemento considerato titolare, ma qui si sta esagerando. Vero anche che Pratto è una seconda punta e il convento - in attesa di Eduardo - non passa altri potenziali centravanti, ma insistere pervicacemente su Caracciolo inizia a rivelarsi deleterio, controproducente, pericoloso. Il Genoa non può proprio permettersi questo lusso.

(La Gazzetta del Lunedì)