73
"Non c'è alcun dubbio che lui rimanga qui, noi siamo contenti di lui e viceversa. Si tratta solo di mettere le firme". Un'unione d'intenti che molto presto sarà messa nero su bianco. Parola di dell'amministrazione delegato dell'Inter Beppe Marotta, che ha confermato ancora una volta che il club nerazzurro e Mauro Icardi continueranno il loro percorso insieme. Dopo le parole di Wanda Nara, moglie e agente, che ieri ha confermato la volontà di proseguire insieme, l'ex dirigente della Juventus continua a gettare acqua sul fuoco tranquillizzando i tifosi sulla trattativa per il prolungamento dell'argentino. E se fuori dal campo Icardi si prepara a far felici i sostenitori nerazzurri, nella sfida contro il Sassuolo l'ex Sampdoria è stato un vero e proprio fantasma, non riuscendo a prendere per mano la squadra in un momento di grande difficoltà e trascinarla al successo. 

TRA CAMPO E RINNOVO - "Si è mosso poco". Luciano Spalletti non ha risparmiato le critiche al suo capitano al termine della gara. Zero tiri in porta e pochissimi palloni toccati: Icardi è stato completamente annullato dalla coppia Magnani-Peluso. Poi ci si è messa anche un po' di sfortuna, con gli scarpini che sul più bello lo hanno tradito in area di rigore in occasione dell'assist di Politano, a pochi minuti dalla fine. Una chance ghiottissima che poteva regalare il bottino pieno all'Inter, ma che l'argentino non è riuscito a sfruttare. Icardi è apparso poco sereno e completamente fuori dal gioco dei nerazzurri; il numero 9 ha lottato con i difensori avversari nel cuore dell'area di rigore, prima di provare a uscire per creare spazi ai compagni e far male agli avversari. Una scelta che però non ha portato i risultati sperati, con il tabellino del numero dei tiri inchiodato sul numero zero.

SERATA STORTA - Nonostante le parole di Marotta, che continua a mostrare la sua tranquillità circa la negoziazione del nuovo contratto, il capitano nerazzurro ha dimostrato grande nervosismo. Probabilmente solo una serata storta, che non ha nulla a che fare con la questione rinnovo. L'appuntamento non è ancora fissato, con le parti che restano ancora un poco distanti, con l'Inter che non va oltre i sette milioni e con il calciatore che ne chiede almeno nove; ma la volontà di andare avanti insieme c'è. Marotta è tranquillo, Icardi vuole fare contenti i tifosi: ora bisognerà venirsi ancora un po' incontro per mettere tutto nero su bianco e continuare a essere felici insieme e non ripetere prestazioni come quella di stasera.

@AleDeFelice24