102
Hakimi, Kolarov e ora Vidal. Il mercato in entrata dell'Inter prosegue secondo i progetti pattuiti prima e durante l'estate con Antonio Conte e non ha intenzione di fermarsi. Un altro colpo in entrata è stato infatti già programmato da tempo dal duo composto dall'ad Beppe Marotta e il ds Piero Ausilio e presto potrebbe arrivare a conclusione: Matteo Darmian.

SCELTA FATTA - Sul terzino classe 1989 oggi al Parma la scelta è infatti già stata fatta da tempo con promesse fatte sia al giocatore che al suo entourage e soprattutto al club emiliano. Entro la fine del mercato la volontà dell'Inter è quella di affondare il colpo sull'ex-Manchester United per sostituirlo, numericamente in rosa, al partente Antonio Candreva per cui c'è già un accordo in essere con la Sampdoria che soltanto il giocatore potrebbe far saltare. Un'operazione impostata sulla base di un prestito, almeno inizialmente, che verosimilmente si tramuterà in riscatto dati gli ottimi rapporti che intercorrono fra le due società.
DUTTILITA' E AFFIDABILITA' - Già utilizzato da Antonio Conte ai tempi della Nazionale, l'acquisto di Darmian è considerato utilissimo alla rosa nerazzurra per duttilità ed affidabilità. Il rendimento dell'esterno è da sempre su alti standard, ma ciò che più può aiutare Conte è il fatto di poterlo utilizzare su più ruoli. Darmian potrà infatti ricoprire sia il ruolo di vice-Hakimi insieme a D'Ambrosio, ma anche quello di "braccio destro" nella difesa a tre (proprio come l'esterno napoletano). Infine, in situazioni di emergenza, potrebbe anche essere spostato a sinistra, anche questo un ruolo ricoperto proprio con Conte in Nazionale. E così, appena Candreva prenderà la sua decisione sul futuro, Darmian potrà vestire il nerazzurro.