9
Juan Musso si racconta. In un'intervista con Olé, il portiere dell'Udinese, cercato da Inter e Roma, afferma: "Questo è il momento più bello della mia carriera. Sono al quarto anno nella massima serie, contando anche l'Argentina. Mi sento rafforzato, ogni giorno imparo a conoscere meglio la posizione e il campionato italiano, uno dei più importanti. E come persona sono molto più maturo. Anche se non mi sentirò mai completamente completo, pensare che non si possa migliorare sarebbe un errore. Ho molta autostima e fiducia in me stesso. Questo mi fa amare questo sport: mi alleno al cento per cento e affronto ogni partita come una finale. Non devo perdere la mentalità di voler migliorare".

SUL GIUDIZIO IN ITALIA - "Mi sento ben visto e apprezzato. Non leggo tanto, ma molti vedono la regolarità che ho raggiunto e costruito in questi anni".
SULL'INTERESSE DI INTER E ROMA - "Frustrante? Assolutamente no. Era qualcosa che mi piaceva, mi ha motivato molto perché significava che sto facendo qualcosa di buono. Sapevo che il portiere dell'Inter aveva ancora due anni di contratto, e forse quell'investimento si poteva fare in un altro momento. Ho sentito anche della Roma... Ma tutto questo mi ha influenzato solo positivamente. Quel salto arriverà quando sarà necessario. Sono sicuro, è quello che voglio. Voglio giocare in una squadra abituata a stare in Champions, ambisce al titolo. Questo è ciò a cui aspiro. Se deve accadere, arriverà al momento giusto. Senza quel sogno sarebbe molto difficile per me andare avanti. Uno ha bisogno di quel tipo di obiettivi, traguardi. Ma non significa che sono ansioso. Le cose, molte volte, accadono quando meno te le aspetti".