114
Alexis Sanchez è in arrivo, ma in casa Inter le porte continuano ad essere girevoli. L'obiettivo, infatti, è sfoltire la rosa e cedere gli ultimi esuberi, nel tentativo di provare poi un ultimo colpo a centrocampo (Vidal in pole) e un eventuale vice-Lukaku in caso di partenza di Mauro Icardi. Salutati i fardelli Nainggolan e Perisic, Marotta prova ora a stringere per gli addii di Dalbert e Joao Mario. L'incontro avvenuto ieri in sede tra la dirigenza nerazzurra e i rappresentanti del terzino brasiliano hanno spianato la strada all'approdo al Nizza: da limare alcuni dettagli sulla formula del trasferimento, ma l'intesa è vicina.

STALLO JOAO MARIO - A centrocampo, continua la situazione di stallo su Joao Mario: il portoghese, ai margini del progetto di Conte, pesa a bilancio per 18 milioni. L'Inter intende piazzarlo a titolo definitivo e conta di guadagnare una cifra vicina ai 25 milioni di euro. Su di lui sono vivi gli interessamenti di Sporting  Lisbona, Siviglia e Galatasaray, ma tutti spingono per un prestito, formula non gradita all'Inter. Più defilato, invece, il Monaco, vicino a chiudere per l'ex Juve Lemina. 

FUTURO POLITANO - Da valutare, infine, il futuro di Matteo Politano: tramontata la pista Fiorentina in un eventuale affare con Biraghi, l'ex Sassuolo dovrebbe rimanere. Il condizionale è d'obbligo, perchè una maxi-offerta (almeno 25-30 milioni) potrebbe far cambiare le idee di Marotta e Ausilio. Al momento, però, il piano di Conte è chiaro: vuole affiancarlo a Lukaku, Sanchez e Lautaro nel pacchetto offensivo nerazzurro