5
Dopo i colpi, le uscite. L'Inter ha comprato Vidic, Dodò, M'Vila, Osvaldo e Medel, per cui manca solo l'annuncio ufficiale. Il mercato in entrata potrebbe non essere finito, ma dipenderà anche da quello in uscita. La rosa al momento è troppo lunga, Mazzarri si aspetta che sia leggermente sfoltita. A partire da Ezequiel Schelotto, che era pronto a partire per l'Inghilterra per giocare nel Southampton, che per il momento ha chiuso solo per Taider. L'interesse del club inglese resta, anche se più freddo, mentre rispunta il forte interesse del Parma, che, secondo indiscrezioni raccolte da Calciomercato.com, vorrebbe riprendere Schelotto. Negli ultimi sei mesi dello scorso anno aveva fatto molto bene, con ben 4 gol in 16 partite. Ora potrebbe tornare, anche perché Biabiany è vicino al West Bromwich. Non sono due operazioni collegate, però, perché Schelotto potrebbe tornare a Parma anche con la permanenza di Biabiany, che tra l'altro piaceva proprio all'Inter.
CAMBIA ARIA - E' strano il destino di Ruben Botta. La sua uscita, in prestito, dipende dal mercato in entrata, sono collegate. Al momento l'Inter ha Icardi, Osvaldo, Palacio, Botta ed eventualmente Alvarez per i due posti davanti. Se arriverà un altro giocatore - e questo dipenderà dalle cessioni, soprattutto di Guarin o proprio di Alvarez - Botta andrà in prestito per giocare con continuità. E' un giocatore su cui l'Inter punta, ma deve avere spazio e anche il giocatore lo pretende, dopo il rientro dall'infortunio dell'anno scorso. Secondo quanto risulta a Calciomercato.com, l'agente di Botta arriverà in Italia martedì e mercoledì incontrerà l'Inter. Chissà, potrebbe essere un segnale che si sta muovendo qualcosa per l'attacco, magari una seconda punta per completare la rosa di Mazzarri. Le altre uscite saranno in difesa, con Campagnaro e Silvestre più lontani dall'Inter e Rolando pronto ad arrivare per chiudere il reparto arretrato. Ma il sogno, in queste ultime tre settimane di mercato, resta un giocatore di fantasia per l'attacco.