101
L'Inter è ancora in piena emergenza e questa volta le scelte per Antonio Conte saranno davvero inevitabili in questi tutti i reparti. La sfida contro il Torino dovrà mostrare davvero di che pasta sono fatte quelle che dovrebbero essere delle alternative ai titolari e che troppe volte hanno deluso in questa stagione. C'è però un reparto in particolare che dovrà ancora una volta essere ridisegnato, per il presente contro i granata, ma anche e soprattutto per il futuro in chiave mercato: il centrocampo.

UOMINI CONTATI - Sono infatti quattro le assenze certe nel reparto. Il lungodegente Sensi che non è ancora vicino al rientro fra i convocabili e non sarà rischiato prima di essere al 100%. Barella è più vicino al recupero, ma il problema alla coscia lo terrà out ancora per qualche giorno. Asamoah, potenzialmente utilizzabile da mezzala non si vede da mesi e negli ultimi giorni si è riacutizzato il problema al ginocchio di Vecino che lo sta tormentando da inizio anno. In sostanza solo Brozovic (nonostante la multa e il ritiro della patente LEGGI QUI), Gagliardini e Broja Valero oltre a Erkisen da trequartista, restano a disposizione di Conte.
CONTE NE VUOLE TRE - Un centrocampo da rifare oggi e che, nelle idee di Conte, è da rifare anche per il futuro. Degli 8 giocatori citati potenzialmente in 4 diranno addio, con l'allenatore salentino che ha chiesto che vengano sostituiti da almeno 3 rinforzi di grande livello che compensino sia la troppa propensione agli infortuni dell'attuale rosa, ma soprattutto la mancanza di esperienza e personalità mostrata in queste ultime gare.

TONALI +2 - L'affondo per Sandro Tonali del Brescia non verrà abbandonato e Conte ne è consapevole, per questo per gli altri due solt sta spingendo nelle richieste affinché vengano inseriti in rosa giocatori di grande esperienza internazionale e nel pieno della propria maturità. Giocatori alla Kanté o alla Pogba a cui però difficilmente l'Inter risucirà ad arrivare per costi di ingaggi e cartellini. Vidal piace da tempo e si sta più volte proponendo e anche il rientro di Nainggolan dal prestito al Cagliari potrebbe essere ben visto dall'allenatore salentino. Chi gli farà spazio?