166
L'operazione Gianluca Scamacca è ancora in piedi. Perché l'attaccante in prestito al Genoa dal Sassuolo è un obiettivo di tanti club, lo hanno chiesto in molti dal Parma fino alla Juventus che lo ha inserito da giorni nella sua lista per l'attacco dove candidature come Olivier Giroud sono praticamente irraggiungibili. Non è un caso se i contatti continuano, tanto che in queste ore a Reggio Emilia è previsto un blitz dei dirigenti bianconeri per incontrare il Sassuolo e discutere di Scamacca: si parlerà di formula e prezzo, sfruttando la sede della Supercoppa per trattare.

Ascolta "Juve, blitz per Scamacca: spunta una convinzione nei dirigenti, cifre chiare per l'acquisto" su Spreaker.

CONDIZIONI E SENSAZIONI - Le condizioni del Sassuolo per liberare Scamacca sono chiare: la Juve sa che potrà prenderlo in prestito con obbligo di riscatto per una cifra vicina ai 20 milioni di euro, un prestito che sia anche biennale ma che preveda l'acquisto definitivo. Altrimenti il Sassuolo lo manderà in prestito altrove (o lo lascerà al Genoa, non è escluso) per farlo giocare e crescere ulteriormente. I dirigenti bianconeri proveranno a mediare perché la convinzione della Juve è che Scamacca in prospettiva possa essere un attaccante davvero importante, con margini di crescita elevati, non a caso pallino del ct della Nazionale Mancini. Lavori in corso, ma per chiudere si dovranno accettare o modificare le condizioni dell'affare: il contatto col Sassuolo darà risposte.