173
Coccolato, acclamato come una stella ancora luccicante, Paulo Dybala ieri ha riassaporato sensazioni sopite, fulgori bianconeri che sembravano non dover tornare più. Nel vernissage di Villar Perosa i tifosi erano tutti per lui. Un abbraccio collettivo, avviluppante. Il popolo bianconero lo ha visto arrivare grezzo, a stento ventenne, con la sua faccia pulita da eterno adolescente. Lo ritrova dopo 4 anni in difficoltà, messo alla porta, intimidito e deluso da una situazione che non pensava di dover affrontare. Paulo ha vissuto con stupore e ingenua, ma comprensibile, emozione l’affetto riversatogli addosso dai tifosi. Li ha ringraziati come la comunicazione di questi tempi impone, tramite i social, con una foto e tre simboliche emoticon: una casa e due colori, il bianco e il nero. 

PARATICI NON CAMBIA IDEA - Dybala vede nella Juve la sua casa, ma Fabio Paratici ha idee diverse. Le parole di ieri del DS hanno, con l’edulcorazione necessaria per temi del genere, confermato quello che è il piano della società per la Joya: “Ci sono degli interessamenti, dei discorsi, si fanno per Dybala come per gli altri calciatori. È una cosa in divenire, ne parleremo insieme”. L’argentino resta in vendita, la Juve sta provando a trovare la soluzione migliore, che accontenti il giocatore ma soprattutto consenta al club di registrare una preziosa plusvalenza che dia respiro al bilancio.

LE SOLUZIONI - Il Bayern Monaco ha chiesto in diverse occasioni informazioni sul classe ’93, ma proposte attualmente non ce ne sono, e l’acquisto di Perisic, così come il tentativo per Coutinho, rendono sempre meno credibile l’ipotesi bavarese. Con il mercato in Inghilterra chiuso, resta così solo il PSG, bloccato al momento dall’intricato caso Neymar. Negli ultimi giorni ci sono stati dei contatti tra Leonardo e Jorge Antun, agente e amico di Paulo, che per il ds dei parigini è uno dei possibili sostituti di O’Ney. La Juve attende un’offerta, consapevole che più tempo passa più la situazione si complica. Sfoltire il reparto d’attacco è una priorità non procrastinabile e, con Higuain piantato a Torino (e la Roma se ne sta facendo una ragione), e Mandzukic con poco seguito, Paratici potrebbe essere costretto a prendere in seria considerazione l’idea di scambiare Dybala con Mauro Icardi. La possibile operazione economicamente sarebbe utile ad entrambe le società, ma la Juve farà di tutto per trovare strade alternative: cedere la Joya all'Inter per Paratici è davvero l'ultima spiaggia.