96
Obiettivo concreto, trattativa avviata. La Juventus continua a lavorare sotto traccia per Steven N'Zonzi, centrocampista classe 1988, in scadenza nel 2020 con il Siviglia. Le parole di Marotta, a margine di un evento a Milano, sono un chiaro segnale, dopo una fase di studio la Juventus è pronta a dire la sua sul mercato, con almeno due acquisti di grande spessore. La ricerca di un nuovo rinforzo in mezzo al campo ha la priorità, il francese passato da Stoke City e Blackburn Rovers resta la prima scelta, nonostante la Juve in questi giorni abbia sondato altri profili, come quelli di Emre Can del Liverpool e Fabinho del Monaco. 

APERTURA - Il problema è di natura economica, N'Zonzi ha dato la sua disponibilità a lasciare l'Andalusia per Torino e i vice campioni d'Europa, per rendere l'affare possibile bisogna riconsiderare le cifre. Quelle legate al suo ingaggio, con una richiesta che si avvicina ai 5 milioni di euro netti a stagione, e soprattutto quelle che riguardano il suo cartellino. Il Siviglia ha chiesto 40 milioni di euro, di fatto il costo della clausola, ma oggi il presidente del club spagnolo, José Castro ha fatto una significativa retromarcia: "Con N'Zonzi non abbiamo parlato di clausola. Non chiudo le porte alla Juventus, a noi interessa e potremmo uscirne con benefici". Marotta vuole lo sconto, un'ipotesi a questo punto tutt'altro che utopica.