134
Un vertice anti-crisi per rispondere alla sconfitta di Genova. Il Milan si ritrova dopo il ko contro la Sampdoria e un segnale forte è arrivato dalla dirigenza: Leonardo e Paolo Maldini nella giornata di ieri si sono recati a Milanello per un colloquio con la squadra e con Gennaro Gattuso. Nessuno sul banco degli imputati, riferisce La Gazzetta dello Sport, ma un tentativo di compattare il gruppo in vista dei prossimi impegni con Udinese, Juventus e doppia sfida con la Lazio tra campionato e ritorno della semifinale di Coppa Italia: un mese cruciale per il destino dei rossoneri tra corsa Champions, ancora alla portata visto il quarto posto in classifica del Diavolo e coppa. Con qualche possibile novità.

CAMBIO MODULO? - Se Leonardo e Maldini provano a dare la scossa ricompattando il gruppo (parola d'ordine 'unità') e rasserenando Gattuso rimandando ogni voce sul futuro, Rino è al lavoro per risolvere i problemi tattici del Milan e, scrive la Gazzetta, è tentato dalla possibilità di trovare alternative al 4-3-3 che ha faticato nelle ultime uscite: piaciuto il 3-4-1-2 di Marassi con Paquetà alle spalle di Piatek e Cutrone, ma nelle scorse settimane erano arrivate indicazioni anche sul 4-2-3-1. Il tempo per perfezionare i cambi è risicato, la partita con l'Udinese è già dietro l'angolo.