57
Niente riduzione dell'ingaggio per l'emergenza coronavirus? Allora sei licenziato. E' quanto successo allo Standard Liegi, club di prima divisione belga, che ha messo alla porta sei giocatori: licenziamento per giusta causa per aver rifiutato la proposta della società, a differenza della maggior parte del gruppo che l'ha accettata. E tra i calciatori licenziati, c'è anche una conoscenza del calcio italiano: Zinho Vanheusden, difensore centrale classe '99 che lo Standard ha comprato in estate dall'Inter per 12 milioni di euro. Il suo agente, Stijn Francis, ha lasciato la porta aperta a un riappacificamento ("Hanno fatto una controproposta che non è stata accettata. Poi c'è stato un problema di comunicazione e spero ancora che troveremo una soluzione"), ma la situazione resta di complicata soluzione. E proprio i nerazzurri monitorano attentamente la vicenda.

L'INTER MONITORA - Nei piani dall'Inter stilati per la prossima estate infatti, c'era proprio il riacquisto di Vanheusden: non un accordo scritto con lo Standard, ma una promessa di riprendere il cartellino del difensore per 15 milioni di euro. Questo il patto tra le parti, ma ora la situazione può mutare drasticamente. La cifra concordata potrebbe definitivamente cadere qualora il licenziamento venisse confermato e venisse meno dunque il contratto che lega Zinho al club belga fino al 2023: a quel punto Marotta e Ausilio avrebbero la possibilità di recuperare a zero un giocatore, che potrebbe poi tornare utile anche in chiave scambi. Fari puntati su Liegi e sul caos licenziamenti: l'Inter cosa farà con Vanheusden?