Commenta per primo

«Ho rivisto le immagini in tv, è avvenuto tutto in un momento, una palla veloce sul campo bagnato, Stekelenburg è uscito velocemente dalla porta. Non l'ho visto perchè stavo guardando la palla che mi passava sotto. Pensavo di prendere il pallone e sono rimasto sorpreso della velocità con cui è arrivato». È triste il difensore dell'Inter Lucio per l'incidente a al portiere della Roma Stekelenburg da lui provocato con un entrata scomposta. «Nello spogliatoio durante l'intervallo - dice in una intervista a Controcampo-Linea Notte che andrà in onda alle 23,50 su Italia 1 - durante l'intervallo ho parlato con il dottore della Roma che mi rassicurato sulle sue condizioni di salute. Grazie a Dio, anche oggi, ho sentito che non ha nulla di grave e questo mi tranquillizza». «Questa mattina, inoltre, ho parlato anche con Wesley Sneijder - continua il brasiliano - che è in contatto con lui e mi ha detto che sta bene. Questo mi da un pò di tranquillità. In tutta la mia carriera non ho mai voluto far male ad un collega e oggi sono molto triste perchè mai avrei voluto che accadesse quello che è successo ieri sera. Purtroppo è una cosa che a volte nel calcio può capitare»