74
Nella conferenza stampa di oggi, fra i temi relativi alla partita di domani contro la Roma, Stefano Pioli ha affrontato anche la questione mercato, dichiarando un obiettivo condiviso, il sostituto di Kjaer, e tracciando le caratteristiche che la dirigenza sta cercando nei vari profili osservati. Il preferito è Sven Botman, ma le alternative, anche a sorpresa, non mancano.

L’IDENTIKIT - "Le idee sono chiare e condivise. L'infortunio di Kjaer ci costringe ad avere un occhio di riguardo in difesa. Non ho fatto altre richieste, credo che la squadra sia completa così. Vogliamo un difensore completo, cioè deve essere in grado di accettare l'uno contro uno, deve essere coraggioso e poi deve essere un bravo regista, capace di fare le scelte giuste quando ha la palla. Non sarà un mercato scoppiettante per nessuno, ma sono sicuro che troveremo il giocatore giusto". Con queste parole, pronunciate nella conferenza stampa di questo pomeriggio precedente la partita di domani contro la Roma, Stefano Pioli ha tracciato l’identikit dell’principale obiettivo rossonero per questo mercato di riparazione, il difensore centrale: audace, difficile da superare nell’uno contro uno, bravo e intelligente anche con la palla, in una parola, completo. Poi, probabilmente, sarà anche giovane e  mancino, in modo da poter prendere il posto di Romagnoli nel Milan del futuro nel caso in cui non dovesse arrivare il rinnovo del capitano. Infine, si dovrebbe guardare ancora in Francia, come fatto già per molti degli ultimi colpi firmati Maldini-Massara-Moncada.
IL PREFERITO – Rileggendo l’identikit fatto da mister Pioli, il primo nome che viene in mente è Sven Botman: forte fisicamente, bravo nell’uno contro uno e ottimo in fase di impostazione, mancino, oltre che molto giovane (è un classe 2000), perfetto per le richieste dell'allenatore e per la strategia del club. L’olandese del Lille è stato infatti identificato come l’obiettivo numero uno. Il Milan ha già avviato i contatti con la dirigenza francese, con la quale c’è stato un primo incontro tre giorni fa, ed ha il gradimento del ragazzo, che ha invece snobbato il ricco ma poco attraente Newcastle. Les Dogues chiedono però una cifra molto alta per il loro gioiello (fra i 30 e i 35 milioni di euro), cifra che i rossoneri sperano di poter limare in maniera consistente. I contatti fra le parti proseguono e, finché ci sarà uno spiraglio aperto, il Diavolo non mollerà la presa.

LE ALTERNATIVE – Nei giorni scorsi sono stati proposti anche altri due difensori alla dirigenza del Milan. Si tratta di Abdou Diallo e Issa Diop. Il primo è un difensore mancino, all’occorrenza anche terzino sinistro, di 25 anni, di proprietà del Psg. Nelle ultime ore stanno però scendendo le sue quotazioni, soprattutto per un discorso economico: guadagna 5,5 milioni lordi e il suo cartellino costa 20/25 milioni di euro, cifra considerata eccessiva in Via Aldo Rossi. Il secondo è invece di piede destro, ha 24 anni e gioca nel West Ham. Nemmeno lui però convince la dirigenza rossonera, a cui si aggiunge il fatto che gli Hammers non sono particolarmente intenzionati a venderlo. Si punterà quindi tutto su Botman. Se il colpo non andrà a segno si valuteranno altri profili, fra cui anche Diallo e Diop, ma non solo. Magari alla fine arriverà un acquisto a sorpresa, come ci hanno abituato in questi ultimi due anni. I tifosi del Milan possono comunque stare tranquilli: un difensore arriverà e sarà adeguato alle ambizioni e alle richieste di Pioli. Il precedente, Tomori, fa ben sperare: quando si tratta di difensori, difficilmente Maldini si sbaglia.