128
Il Milan, con la gestione del fondo Elliott, ha sempre garantito la sostenibilità economica e finanziaria del club, anche attraverso la strada della riduzione dei costi. L’obiettivo è quello di rendere la squadra sempre più competitiva ma con una particolare attenzione ai conti. Un equilibrio che anche Massara e Maldini hanno contribuito a creare con alcune scelte intelligenti soprattutto sul fronte cessioni. Il club rossonero, infatti, potrebbe essersi garantito un tesoretto da 21 milioni di euro circa da poter investire nella prossima sessione estiva di calciomercato.


Ascolta "Milan, in arrivo un tesoretto da 21 milioni: ecco tutta la situazione nel dettaglio" su Spreaker.


LA SITUAZIONE - Partiamo da Leo Duarte, difensore brasiliano ceduto in prestito biennale all’Istanbul Basaksehir. Il club turco è soddisfatto del suo rendimento tanto che ha già mandato rassicurazioni sul riscatto a giugno per circa 5,5 milioni di euro. In arrivo anche una plusvalenza netta per Hauge: arrivato al Milan dal Bodo Glimt per 4,5 milioni di euro, sarà riscattato ( in virtù della salvezza già raggiunta in Bundesliga ) dall’Eintracht Francoforte per circa 12 milioni di euro. Attenzione anche alla situazione di Matteo Pessina: il centrocampista della Nazionale è vicino a raggiungere quota 100 presenze con l’Atalanta che farebbe scattare un bonus da 3 milioni a favore del club rossonero. Più complicata la conferma di Mattia Caldara al Venezia: in caso di retrocessione in serie B I lagunari non eserciterebbero il diritto di riscatto fissato a 4 milioni di euro.