112

Alvaro Morata è ancora, e allo stato attuale delle cose è probabile che si avvii a rimanere, un giocatore dell'Atletico Madrid: la Juventus non dispone delle risorse economiche necessarie ad attivare il diritto di riscatto dai Colchoneros, e la sua richiesta di sconto è caduta nel vuoto. 35 milioni, come inizialmente pattuito, o non se ne fa nulla. Tutt'al più, si può cercare di ragionare su una cifra leggermente minore, ma niente saldi, niente che possa spostare gli equilibri dell'affare. 

TENTATIVI A VUOTO - La Juve ci ha provato anche nelle ultime ore, ma per il momento non si registrano sostanziali passi avanti. Il prestito dell'attaccante, già costato 10 milioni all'anno per due anni, sembra dunque destinato ad estinguersi senza ulteriori colpi di scena. Gli spagnoli attendono, disposti a lasciar andare Alvaro, ma non ad abbassare in maniera notevole le proprie pretese.

VIA LIBERA, MA IN SALITA - Dipende dalla Juve. E solo dalla Juve, aggiungiamo: non ci sono infatti altre offerte all'orizzonte al momento. L'interessamento dell'Arsenal, in grado di soddisfare i requisiti pecuniari, è un notizia che il giocatore non accoglie con entusiasmo, dati i trascorsi non felicissimi a Londra, sponda Chelsea. Lo stesso presidente biancorosso, Cerezo, ha confermato: "Morata? Non so se resta con noi, dipende dalla Juventus". Che spera di poter trattare al ribasso una volta scaduto il prestito, negoziando un nuovo accordo, ma la trattativa rimane difficilissima.