Commenta per primo
L'allenatore del Napoli, Gennaro Gattuso, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Queste le sue parole al termine della vittoria per 4-0 in amichevole contro il Teramo:

TIFOSI - "La cosa più importante è vedere la gente che è tornata a vedere le partite. Si respira un'aria diversa perché il calcio senza tifosi è un altro sport. Noi abbiamo lavorato tanto. Dispiace aver perso 13 giocatori per le Nazionali. Ma siamo fortunati per aver lavorato in un strutture del genere qui a Castel di Sangro. Grazie a tutte le persone che si sono messe a disposizione".

OSIMHEN - "Penso che Victor sia un ragazzo tranquillo che deve lavorare tanto per giocare ad altissimi livelli. Ha una grande fisicità e quindi non può accontentarsi. È tecnico a modo suo ma deve farsi trovare sul pezzo. Questi gol non contano nulla, ciò che è importante è che si sia già integrato nel gruppo, scherzando e ridendo già con tutti i compagni".
LOZANO - "È un giocatore forte se vai a toccare le sue corde e lo metti nelle condizioni di esprimersi al massimo. So cosa voglio dai miei attaccanti. Ora vedo che finalmente è al Napoli. Forse all'inizio pensava di essere ancora ad Eindhoven, in Messico, ma ora vedo che reagisce, che si dà da fare. Quest'anno ci potrà dare una grande mano".

MODULO - "Dobbiamo lavorarci. 4-3-3 e 4-2-3-1 li toccheremo con mano tutti i giorni. Bisogna vedere se partire con uno o con l'altro. Sono sicuramente due moduli che ci accompagneranno fino alla fine della stagione".

DIFFICOLTÀ - "Abbiamo fatto una mini preparazione adesso per ottenere ciò che vogliamo io e il mio staff. L'anno scorso il Napoli veniva da tanti anni importanti, noi siamo stati bravi a migliorare la squadra che a tratti è migliorata. Vogliamo dare continuità di mentalità e risultati".