L'allenatore della Fiorentina, Stefano Pioli ha parlato a Sky Sport dopo la sconfitta subita a San Siro per 2-1 contro l'Inter:

MERITAVAMO DI PIU' -  "Non so da dove partire. Sono soddisfatto della prestazione, abbiamo pagato a caro prezzo un errore nel secondo gol. E' stato un errore nostro".

RIGORE - "Credo che deviazione di Hugo sia stata... mah, sento parlare di polpastrelli. Se è impercettibile che devo dire ai miei? Di legarsi le mani dietro la schiena? Lui non fa niente per provocare il rigore. C'era il secondo giallo per Asamoah e da rivedere un contatto in area di Chiesa. Sono dispiaciuto, le decisioni non sono state eque".

PARTITA COMBATTUTA - "E' stata una partita combattuta, nel secondo tempo abbiamo ripreso la partita in mano, ma se non riesci a chiuderla con grandi squadre come l'Inter poi la paghi. Non penso che sia stata la serata più fortunata della Fiorentina".

RISULTATO INGIUSTO - "Abbiamo portato avanti la gara per 95' con la voglia di vincere, sono contento di questo ma dispiace per il risultato. Lo meritavano i giocatori. Ci sono tante cose positive, su quelle negative ci lavoreremo".

TESTA - "I miei inesperti? La testa fa la differenza. Per una squadra giovane come la mia, prendere un gol così subito dopo un'azione che dove poteva starci un calcio di rigore per noi non è facile". 

CHIESA - "Sta diventando un giocatore completo, fisico e tecnico che legge sempre meglio le situazioni. Sta aumentando il suo valore, ha dei mezzi tecnici e fisici importanti".