67
La clausola nel contratto di Paul Pogba è stata esercitata. Lo ha fatto il Manchester United con la propria dirigenza, un accordo unilaterale che ha consentito al club inglese di prolungare fino al 2022 il contratto di Pogba, dunque non più in scadenza nel prossimo giugno e con un anno in più d'intesa con i Red Devils. Il Manchester è sempre stato molto sereno sul fronte Pogba per questo motivo, convinto di esercitare quella clausola che ora è realtà. 

Ascolta "Pogba e la Juve" su Spreaker.

LA POSIZIONE DELLA JUVE - La Juventus da parte sua già da un anno pianificava la strategia per il francese, ma l'operazione studiata a lungo è stata bloccata dal Covid. Le perdite del club hanno impedito un acquisto da oltre 100 milioni con ingaggio da 16/17 milioni all'anno, prima della pandemia la Juve era pronta a provarci seriamente per l'estate 2020. Adesso è davvero complesso anche solo pensarci, lo United rifiuta ogni opzione di scambio e riaffronterà il caso a giugno. ​Provando comunque a prolungare ulteriormente il contratto di Pogba, oltre il 2022: da lì passerà il vero futuro di Paul, vale per la Juve come per il Real e tutti i club interessati.