L'Italia ha sempre accarezzato il destino di Adrien Rabiot. Perché il centrocampista classe '95 del Paris Saint-Germain è sempre stato vicino alle big del nostro campionato: prima a un passo dalla Juventus, poi vicino alla Roma. E adesso in scadenza di contratto con il PSG nel giugno del 2019, ovvero a regime di svincolo a parametro zero tra meno di un anno. Rabiot rischia di diventare un'occasione di mercato già per la prossima estate, proprio perché il PSG dovrà operare cessioni visto il Fair Play Finanziario che incombe. E il suo rinnovo è tutt'altro che una certezza, al momento.

DAL CONTRATTO ALL'INTER - Rabiot infatti non è convinto di firmare con il Paris: il presidente Al Khelaifi e il ds Antero Henrique lavorano da mesi per proporre un accordo al centrocampista, la risposta è sempre stata negativa fin qui. Un altro rilancio è in arrivo; Adrien però è scettico, non apprezza il ruolo che sta ricoprendo con Emery e l'idea di provare una nuova esperienza inizia a stuzzicarlo. Sulle sue tracce c'è da fare attenzione in particolare all'Inter: in caso di accesso alla prossima Champions League, Rabiot può essere un nome in lizza per il centrocampo. Pallino di Walter Sabatini da anni, voleva portarlo con sé alla Roma non fosse che la mamma Veronique causò un litigio per alcuni momenti di tensione con il dirigente adesso a capo dell'area tecnica di Suning. La missione di Ausilio a Parigi per PSG-Real ha aiutato a tenersi aggiornati a livello di contatti anche su Adrien, l'Inter si muoverebbe se i francesi dovessero decidere per la cessione visto un rinnovo complicato. La concorrenza principale arriverà dalla Premier League, mentre la Juventus ha preso informazioni senza spingersi oltre, per il momento. C'è stato un contatto diretto nella scorsa estate durante il casting a centrocampo, quando poi Marotta e Paratici si sono fiondati su Matuidi. Ma un Rabiot sul mercato può essere un'enorme occasione per tutti...