Commenta per primo
Nel summit di mercato che ieri a Milano ha coinvolto alcune delle figure più importanti in seno alla Sampdoria (presenti Osti, Sabatini e Giampaolo) si è discusso anche delle operazioni in uscita. In particolare c'è una situazione che interessa i vertici blucerchiati, ed è quella di Dennis Praet la cui cessione, assieme a quella di Torreira, dovrebbe di fatto finanziare il mercato in entrata dei blucerchiati.

Per Praet nei giorni scorsi ci sono stati numerosi sondaggi. In particolare in Italia, con il belga accostato a tutte le principali società della Serie A. Si era parlato di Inter, Roma, Lazio, ma i club più interessati parevano essere Juventus e Napoli. A ingolosire le eventuali pretendenti ci sarebbe anche la clausola rescissoria di Praet, fissata a 26 milioni. La volontà del centrocampista classe 1994 è quella di rimanere in Italia, ma per il momento Juve e Napoli non si sarebbero mosse con particolare decisione. I bianconeri sembrano avere in questo momento altre priorità per il reparto, mentre De Laurentiis aveva pensato a Praet come alternativa a Hamsik. Se lo slovacco dovesse rimanere - come sembra - a Napoli, la pista che conduce al numero 18 blucerchiato potrebbe raffreddarsi.
Per questo motivo il giocatore e il suo entourage starebbero prendendo in considerazione la possibilità di un'esperienza all'estero. L'ex Anderlecht ha tanti estimatori in Premier League, un campionato che non entusiasma Praet, ma che gli consentirebbe una visibilità importante, utile per rientrare nel giro della sua nazionale. In Inghilterra già l'anno scorso si era mosso il Newcastle, che resta interessato.Ma attenzione anche ad eventuali sorprese. In Liga invece Praet piace all'Atletico Madrid. La Liga potrebbe essere una destinazione più stuzzicante per il giocatore doriano, che era stato seguito anche dal Siviglia.