452
Avere Cristiano Ronaldo è un merito, un lusso. Di conseguenza, è normale che la squadra possa essere costruita attorno a lui e che CR7 sia chiamato a essere decisivo ogni volta che gioca. Il problema, uno dei problemi, della Juve è però strettamente legato a una dipendenza da Ronaldo che sta andando oltre il previsto o il prevedibile. Per certi versi, oltre l'accettabile. Vero, siamo solo a inizio stagione, gli infortuni hanno complicato la vita in ogni reparto, non c'è tempo per allenarsi e via discorrendo. Ma la Juve, senza Ronaldo, è di fatto riuscita a battere solo la Dinamo Kiev. Per il resto è andata incontro a brutte figure e pessime prestazioni, contro avversari tutt'altro che di primo piano, grintosi e rognosi ma che hanno la salvezza come unico e magari complicato obiettivo da raggiungere. La Juve senza Ronaldo ha pareggiato a Crotone, in casa col Verona, a Benevento. E pure a Cesena con lo Spezia, senza Ronaldo, il risultato era ancora bloccato sull'1-1: son bastati due minuti di CR7 per sbloccare tutto in quell'occasione.
L'ALLARME – Passi avanti e poi passi indietro. Ma questi sono normali. Molto meno normale è la difficoltà che la Juve riscontra con qualsiasi avversario, in assenza di Ronaldo si intende. Solo che CR7 dovrebbe essere a Torino per fare la differenza soprattutto nelle grandi occasioni, specialmente in Champions. E ogni volta in cui gioca, ovviamente. Ma contro Crotone e Benevento, con tutto il rispetto per le neopromosse, la Juve dovrebbe essere in grado di vincere sempre e comunque. Se non ci riesce, senza nemmeno potersi appellare alla sfortuna, significa che c'è qualcosa di strutturale che non funziona. Che deve fare riflettere, pure preoccupare. Le assenze, da Ronaldo in poi, hanno il loro peso e non si possono ignorare. Però non se la Juve deve avere bisogno di CR7 anche per battere squadre piccole o piccolissime, allora la stagione rischia di diventare più complicata di quanto non lo sia già ora. Anche perché Ronaldo non potrà esserci sempre. E di punti, la Juve, ne ha già sprecati decisamente troppi.