28
Gianluca Petrachi e la Roma sono sempre più vicini: il direttore sportivo, nella serata di ieri, ha infatti presentato le proprie dimissioni da dirigente del Torino. Il primo passo per liberarsi dal contratto che lo lega alla società granata e poter firmare con quella giallorossa è stato compiuto, ma la vicenda rischia di essere ancora lunga. 

IN ATTESA DEL VIA LIBERA - Le dimissioni non sono ancora state accettate dal presidente Urbano Cairo che, proprio nella giornata di ieri, a margine della conferenza stampa di addio al calcio di Emiliano Moretti (in cui Petrachi era l’unico assente), quando gli era stata ventilata l’ipotesi della dimissioni del direttore sportivo aveva dichiarato: “Se Petrachi dovesse dare le dimissioni dovrei accettarle? Chiedetelo ad avvocati più bravi di me”. Il ds ora attende la delibera federale per poter firmare con la Roma. 

TORINO, IL NUOVO DS - Insieme al direttore sportivo, dovrebbero lasciare Torino anche due suoi fedelissimi: il segretario generale Pantaleo Longo e l’osservatore Antonio Cavallo. Il principale candidato a ereditare il posto lasciato vacante da Petrachi è il responsabile del Settore giovanile Massimo Bava ma nelle ultime ore si sta facendo largo anche l’ipotesi Davide Vagnati, attuale direttore sportivo della Spal, artefice della doppia promozione dalla C alla A del club ferrarese e delle due salvezze consecutive conquistate dalla squadra di Leonardo Semplici nel massimo campionato.