48
E’ stato un 2019 da incubo per Cengiz Under. Infortuni, prove incolore e un ruolo da protagonista sfuggitogli tra le mani. Doveva essere l’anno della svolta, invece, dopo un buon inizio, tra difficoltà dentro e fuori dal campo il turco è crollato nelle gerarchie offensive di Fonseca. La Roma non lo ha messo in vendita, ma non lo ritiene più incedibile.

IN DIFFICOLTA' - Dallo scorso gennaio Under ha segnato in solo gol, nella prima di campionato, a metà agosto, contro il Genoa. Poi, dopo il derby contro la Lazio, il problema al bicipite femorale, che lo ha tenuto fuori fino a novembre. Il rientro, lento e graduale, non ha dato per ora i frutti sperati. Spezzoni di gara con Napoli, Parma e Brescia, una sola presenza dal 1’, contro il Verona. Sempre in difficoltà, mai brillante, anche sovrappeso, al punto che la Roma ha iniziato a farlo seguire da un nutrizionista.

IL PREZZO - Nelle ultime 3 gare ha giocato solo 5 minuti, complice anche la folta concorrenza: Zaniolo è definitivamente esploso, Mkhitaryan lascia sempre il segno, Kluivert e Perotti sono rifioriti e Pellegrini è imprescindibile. Non è facile ritagliarsi spazio nelle trequarti giallorossa, per questo la società ha aperto alla cessione di Under. Non è più incedibile, anzi, c’è già il prezzo: per portarlo via da Roma servono 35-40 milioni di euro. Offerte, al momento, non ne sono arrivate, ma se il turco ora deve invertire un trend negativo, altrimenti il suo futuro si allontanerebbe sempre più dalla capitale.