Ai microfoni di Radio Rai, Franco Causio ha parlato del ritorno dei quarti di finale di Champions League tra Juventus e Ajax, in programma domani sera all'Allianz Stadium: "L'Ajax ha calciatori giovani, importanti e incoscienti. Gli ho visto fare delle cose fuori dall'ordinaria amministrazione. Sono giocatori già maturi nonostante la giovane età. Hanno la scuola dell'Ajax alle spalle che è tra le più importanti al mondo, da sempre. La Juve deve stare molto accorta, ma se sarà concentrata, potrà passare il turno. Cuadrado nuovo Causio? Ha delle giocate importanti, però penso che Douglas Costa è quello che nell'1 contro 1 merita di essere ricordato. Forse mi somiglia più lui."

Causio era in campo nella finale dell'allora Coppa dei Campioni nel 1973, persa dalla Juventus contro l'Ajax di Cruijff per 1-0 (gol di Rep). Questo il suo ricordo: "Mi rimane in mente solo l'arrabbiatura per aver visto i giocatori dell'Ajax che, essendo alla terza vittoria consecutiva, non davano peso al valore della Coppa. Loro erano troppo forti e noi troppo 'ragazzotti'. Loro avevano Crujiff e tanti altri campioni difficilmente riscontrabili nel calcio successivo."