43
Dalla Juventus alla... Juventus, quanto è cambiato in un anno per Manuel Locatelli. Era il 22 ottobre 2016, nona giornata di Serie A come quella appena conclusasi, il centrocampista firmava quello che resterà uno dei gol più importanti della sua carriera: 1-0 a San Siro, il Milan piega i bianconeri come poi sarebbe accaduto anche a Doha in Supercoppa (lì ai calci di rigore). La sua seconda rete da professionista dopo quella al Sassuolo, il preludio di una stagione che lo ha visto protagonista nella prima metà, per poi essere gestito nella seconda parte: pronto per confermarsi quest'anno, ma la vivace estate rossonera ha scombussolato tutti i piani.

CORRENTE ALTERNATA - Gli arrivi di Kessié e Biglia, quello di Bonucci e il conseguente cambio di modulo, l'arretramento di Calhanoglu come mezzala: la maglia da titolare all'andata con il Craiova, al ritorno con lo Shendija e all'esordio in campionato con il Crotone sono stati gli ultimi squilli prima di un periodo in cui il campo lo ha visto prevalentemente dalla panchina. Se in Europa League Montella lo ha usato per dare fiato a Biglia contro Rijeka e AEK, in campionato il tecnico lo utilizzato col contagocce con Udinese, Spal e nel derby con l'Inter: pochi minuti, troppo pochi per potersi mettere in mostra. A un anno dal gol alla Juve però la musica può cambiare, grazie al calendario: turno infrasettimanale, il Milan va a Verona per affrontare il Chievo e in mezzo al campo Locatelli potrebbe avere una chance, con un occhio al successivo e suggestivo scontro con i bianconeri a San Siro. Con Biglia affaticato e Kessié in difficoltà, soprattutto sul piano fisico, i due impegni ravvicinati possono segnare un'occasione e un punto di svolta per il mediano classe '98, a caccia di un rilancio fondamentale anche in chiave mercato.

MERCATO VIGILE - Già in estate Locatelli è stato vicino a lasciare i colori rossoneri, quelli che indossa fin da bambino. L'incertezza sullo spazio che gli avrebbe riservato Montella e la corte di diversi club rischiavano di portare alla separazione: l'Atalanta ci ha provato nell'operazione Conti, Mihajlovic lo ha chiesto per il suo Torino e anche la Juventus ha sondato il terreno, senza dimenticare l'Arsenal che da anni lo monitora. Il Milan ha risposto picche a tutti ribadendo la sua importanza nel progetto, ma senza un'inversione di rotta per quanto riguarda il suo minutaggio le strade del mercato potrebbero anche riaprirsi a gennaio, con gli estimatori sempre vigili sulla sua situazione. Chievo e ancora la Juve un anno dopo: due partite che possono cambiare il destino di Locatelli.

@Albri_Fede90