Commenta per primo
C’è un giocatore della Fiorentina che quando sente parlare di Inghilterra ha i brividi lungo la schiena. Non è il difensore Micah Richards, nativo proprio in Gran Bretagna e che purtroppo per lui da troppo tempo non viene chiamato nella selezione denominata Tre Leoni; né Mario Gomez che sa come le sfide fra la sua Germania e la nazionale britannica assumano sempre un certo fascino, memori della finalissima al campione del Mondo del 1966 ma è Alessandro Diamanti che proprio in una sfida contro i britannici, ad Euro 2012, ha messo a segno il rigore che ha consentito all’Italia di qualificarsi per la semifinale e poi di accedere successivamente anche all’ultimo atto poi perso contro la Spagna. Alino vuole riconquistare fortemente la maglia azzurra e la sua scelta di tornare alla Fiorentina è anche dettata dalla necessità di riguadagnare fiducia agli occhi del c.t. Antonio Conte che cerca talenti su una linea offensiva della Nazionale italiana che attualmente è senza certezze. Fare bene in campionato e Coppa Italia con la formazione guidata da Vincenzo Montella potrebbe consentire al fantasista pratese di ricevere una convocazione proprio in vista della prestigiosa amichevole in programma il prossimo 30 marzo allo Juventus stadium contro l’Inghilterra, in un’affascinante test in cui l’ex tecnico della Juventus campione d’Italia cercherà risposte in vista delle chiamate per le gare di qualificazione della prossima primavera per Euro 2016.