1
Galleggia fra campo, panchina e mercato. Non ha conquistato Conte e per ora neanche San Siro. In compenso, Christian Eriksen ha convinto in pieno i bookmaker, tanto che gli analisti lo hanno collocato al secondo posto tra i probabili candidati al trono di re degli assist nel campionato che sta per cominciare. La valutazione può sembrare errata, considerando che nel campionato scorso il danese in 17 presenze, per complessivi 700 minuti, ha sfornato solo due passaggi-gol. Ma diventa perfettamente comprensibile se si considerano i trascorsi di Eriksen, che in effetti al Tottenham è stato uno straordinario uomo-assist. Nelle ultime quattro stagioni di Premier League ne ha sfornati ben 53, in media oltre 13 l’anno. Deve solo ritrovare la “vena” anche in Serie A. Il successo dell’interista tra gli assist-men si gioca a 7,50. Meglio di lui, a 6,50, sta solo il Papu Gomez, secondo lo scorso anno con 14 passaggi vincenti. Al terzo posto, a 9,00 Ronaldo, malgrado ultimamente non brilli in questo tipo di giocata. Un po’ defilato Luis Alberto, re degli assist (15) nel campionato scorso e adesso quarto candidato, a 11.