3
Sarà un Genoa con tante seconde linee ma anche con molti giocatori legati in qualche modo alla Juventus quello che questa sera a Torino tenterà l'impresa di estromettere i campioni d'Italia dalla Coppa Italia.

Con l'attenzione più puntata sul campionato che sulla seconda competizione nazionale, Davide Ballardini intenderà comunque onorare l'impegno nel migliore dei modi, dando spazio a giocatori fin qui poco utilizzati ma senza stravolgere il suo impianto di gioco. Non a caso il Grifone scenderà in campo con il consueto 3-5-2. A cambiare, rispetto alle ultime uscite, saranno caso mai gli interpreti, molti dei quali vorranno approfittare dell'occasione per mettersi in luce di fronte alla società che ne detiene il cartellino o che potrebbe acquistarlo a breve. E' il caso ad esempio di Gianluca Scamacca, sempre più oggetto del desiderio di Madama per il mercato di gennaio. Il centravanti romano dovrebbe guidare l'attacco rossoblù affiancato da quel Marko Pjaca che a Genova è stato posteggiato temporaneamente proprio dalla Juve.
A centrocampo dovrebbe ritrovare una maglia da titolare Nicolò Rovella, fresco di accordo con i bianconeri ma lasciato in prestito in Liguria. In difesa, infine, possibile spazio per altri due giocatori in passato transitati giovanissimi da Vinovo: Andrea Masiello ed Edoardo Goldaniga. Chi alla gara assisterà solamente dalla tribuna sono invece gli altri due 'prestiti' Perin e Pellegrini. Il primo verrà sostituito tra i pali da uno fra Marchetti e Paleari, il secondo è invece ancora alle prese con un infortunio muscolare che dovrebbe fargli saltare anche la sfida di campionato con l'Atalanta.