13
Non solo Sebastiano Esposito e Lucien Agoumé. C'è un altro talento della Primavera dell'Inter che potrebbe trovare il coronamento del sogno dell'esordio in prima squadra entro la fine della stagione. Si tratta di Lorenzo Pirola difensore centrale classe 2002 che è a tutti gli effetti uno degli elementi che Antonio Conte sta prendendo in considerazione per ampliare la rosa della prima squadra in vista della fine della stagione. 

BLINDATO PER ALLONTANARE LA JUVE - Che Pirola sia un elemento su cui l'Inter punta tantissimo è apparso evidente lo scorso 3 maggio quando a pandemia contenuta il talento originario di Carate Brianza si è recato in sede per firmare il rinnovo del suo contratto fino al 30 giugno 2025 (ufficializzandolo sui propri canali social QUI). Un contratto lungo e importante che lega il suo futuro alla squadra nerazzurra e che lo blinda allontanando l'interesse concreto della Juventus, che aveva provato lo 'scippo' a scadenza prima della firma. Nulla da fare per Paratici perché l'Inter ha un progetto importante attorno a lui.
ALTERNATIVA A BASTONI - Già la scorsa estate nel corso del ritiro estivo Conte lo ha spesso utilizzato in partite amichevoli e a gara in corso per dare fiato ai suoi titolari. Mancino di piede e con Godin e de Vrij che ad oggi non sono al 100%, Pirola rappresenta la prima vera alternativa ad Alessandro Bastoni ed è a disposizione di Conte fin dai primi giorni post-ripresa. In molti lo paragonano a Giorgio Chiellini, ma lui a Calciomercato.com ha confermato che sta studiando molto i compagni di squadra nerazzurri che lo stanno aiutando ad integrarsi (LEGGI QUI LA NOSTRA INTERVISTA).

L'OPZIONE VERONA - Questo finale di stagione rappresenta un punto di svolta per la carriera di Pirola perché da qui potrà partire un percorso di crescita in rapida ascesa. Il rinnovo testimonia che l'Inter ci punta fortemente, ma su di lui ci sono già diversi club interessati fra cui il Verona con cui i nerazzurri stanno trattando l'acquisto di Marash Kumbulla. Proprio Pirola, inseme ad Esposito, è una delle richieste fatte dal club scaligero per abbassare il costo dell'affare. L'Inter ragiona, ma non vuole assolutamente perdere il controllo sul giocatore e non è escluso che l'affare possa concludersi o in prestito o con un diritto di riacquisto in favore dei nerazzurri. Nel frattempo Pirola avrà una chance che non dovrà sprecare. L'ipotesi di un esordio in Serie A con l'Inter è sempre più concreta.