16
Sia che si concluda questo campionato falcidiato dall'emergenza coronavirus, sia che non si concluda, l'Inter sta già iniziando a pensare al proprio futuro e alla costruzione della rosa per la stagione 2020/2021. Tanti piccoli puntelli saranno messi all'attuale organico che non subirà stravolgimenti se non in un reparto, quello d'attacco dove tante decisioni dovranno essere prese. E la rivoluzione, salvo sorprese riguarderà anche Alexis Sanchez.

LE CIFRE - Lo scorso 29 agosto, l'Inter ha infatti ufficializzato il suo arrivo dal Manchester United con la formula del prestito secco e non con diritto di riscatto come ipotizzato a inizio trattativa, con il club nerazzurro che si è impegnato a pagare solo 5 degli 11 milioni di euro di ingaggio che Sanchez percepisce dai Red Devils.

UNA SOLA CHANCE - A fine stagione i due club si siederanno attorno a un tavolo per trattare l'eventuale cessione, ma per il cileno esiste oggi soltanto una possibilità che spingerebbe l'Inter a provare a confermarlo. Sanchez dovrà ridursi notevolmente l'ingaggio e accettare di percepire anche meno dell'attuale parte di stipendio versatagli dai nerazzurri. Se così sarà, nonostante il contratto con lo United scada nel 2022, l'Inter proverà l'affondo. Altrimenti sarà addio e la rivoluzione dell'attacco nerazzurro prenderà il via.