236
"In quest’ultimo mese farò qualche esperimento per il futuro, proverò qualche giocatore in un ruolo diverso" parole di Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, dopo aver vinto il suo sesto scudetto personale. Sulla panchina bianconera ne ha vinti 5, sfiorando 2 volte la Champions League, la vera ossessione, il vero obiettivo, sfumato spesso sul più bello, per il quale inizieranno i lavori già da ora. Sì, perché gli esperimenti di Allegri in questo finale di stagione andranno anche a condizionare il prossimo mercato, costruito in ottica europea.

EMRE CAN CENTRALE - Lo ha già provato, con grande successo, come con l'Atletico Madrid, al ritorno dell'Allianz Stadium. Lo ha già fatto, più volte, nel suo passato tra Bundes e Premier: Emre Can è giocatore fisico e duttile, esuberante in zona gol quanto intelligente in fase difensiva. E vederlo tra i 3 centrali di difesa può diventare una costante: in questo finale di stagione, infatti, verrà provato proprio lì, per capire se, anche a lungo termine, potrà diventare un fattore costante anche in quella veste tattica. Perché un Emre Can difensore cambia tutto.

CENTROCAMPO DA CHAMPIONS - Se c'è una cosa che questi anni di Champions hanno insegnato, è che a trionfare è sempre la qualità. Pochi muscoli, tanti piedi buoni: l'Ajax forse ne è l'esempio estremo, giovani tecnici e sfrontati, ma basta rileggere il centrocampo del Real Madrid: Modric e Kroos, più Casemiro (meno tecnico dei colleghi, migliorato comunque negli anni) , ma con Isco pronto sempre in fase di costruzione. Se il cuore, del gioco è pompa qualità, non si sopravvive in Europa, si vince. Ed è per questo che la Juve sta pensando proprio a questo, una mediana di sola tecnica, per avere sempre il pallino del gioco in mano: Miralem Pjanic in cabina di regia, Aaron Ramsey, già preso, mezzala perfetta per Allegri, più uno slot da riempire. E' vero, in questo finale di stagione Allegri proverà anche Bernardeschi e Cancelo da intermedio, ma il mercato può offrire qualcosa di più "sicuro": Isco, che può partire a causa della revolucion madrilena; Pogba, per quanto difficile e costoso; i giovani Zaniolo e Ndombele, capaci di portare quantità, freschezza e sì, qualità. La password per sbloccare la Champions. E anche un po' di incoscienza e sfrontatezza. Che, l'Ajax insegna, non guastano mai.

@AngeTaglieri88