36
Juventus e Real Madrid, le cui vecchie glorie si incontrano oggi pomeriggio a Torino in occasione della Unesco Cup, stanno intrecciando in questi giorni alcune delle loro strategie di mercato. Le occasioni sono molte, così come il rischio di restare scottati, in particolare per quanto riguarda i bianconeri.

LA CLAUSOLA MORATA - Come abbiamo scritto nella giornata di domenica, la Juventus è interessata ad Alvaro Morata, e avrebbe già incassato il gradimento dell'attaccante. A non convincere la dirigenza bianconera è la formula prospettata dal Real, che prevederebbe una clausola che consentirebbe ai campioni d'Europa di riacquistare (a una cifra prefissata) il cartellino del giocatore.
E' una formula che potrebbe andar bene a una provinciale, che valorizzerebbe e farebbe giocare con più continuità un giovane talento, per poi ridarlo alla grande di turno. Ora, è chiaro che lo status a livello mondiale fra le merengues e i bianconeri è diverso, e il numero di Champions League vinte è lì a dimostrarlo. E lo stesso dicasi per il fatturato. Ma, e ripetiamo la domanda che ci siamo posti ieri, un club come la Juventus, che punta a tornare grande anche in Europa e che sceglie di puntare su un giovane in ascesa come Morata, può comunque cedere a questa sorta di 'vassallaggio' simulato nei confronti del Real Madrid?

MERCATO 'REAL' O MERCATO 'DEL REAL' - Se la Juve vuole fare un mercato 'Real', un mercato che possa portare nel più breve tempo possibile a giocarsi la Champions League, può cedere alla 'clausola Morata'? Se lo facesse, Agnelli e Marotta non farebbero un mercato 'Real', ma farebbero il mercato 'del Real'...