32
Dopo l'edizione dell'anno scorso a Madrid, l'Unesco Cup si trasferisce a Torino: alle 19 le vecchie glorie di Juventus e Real Madrid si sfideranno in un match di beneficenza; il ricavato è destinato a due progetti volti a recuperare i bambini soldato nella Repubblica Centrafricana e nel Mali.
Ecco le rose complete di Juventus e Real Madrid vecchie glorie:
 
JUVENTUS -  Alessio, Amoruso, Birindelli, Camoranesi, Davids, Di Livio, Ferrara, Iuliano, Mirkovic, Montero, Nedved, Padovano, Porrini, Ravanelli, Paulo Sousa, Tacchinardi, Tacconi, Torricelli, Tudor, Vieri, Vierchowod;

REAL MADRID -  Contreras, Carlos Sanchez, Fernando Sanz, Pavón, Hierro, De La Red, Butragueño, Amavisca, Morientes, Solari, Esnaider, Zidane, Seedorf, Karembeu, Makelele, Michel Salgado, Amancio.

Le formazioni ufficiali
Juventus: Tacconi, Torricelli, Ferrara, Carrera, Birindelli; Di Livio, Camoranesi, Tacchinardi, Davids, Nedved, Amoruso. All. Pessotto
Real Madrid: Contreras, Salgado, Hierro, Pavon, Karanka, Makelele, Karembeu, Seedorf, Zidane, Morientes, Esnaider. All. Martinez-Camacho

PRIMO TEMPO - Le squadre mostrano di essere in allenamento e dopo appena 3' la Juventus ci prova con Nedved: il suo destro viene parato senza problemi da Contreras. Ancora il ceco dalla distanza ma Salgado si oppone alla conclusione. Al 9' finalmente Real: Morientes tenta di sorprendere Tacconi dall'interno dell'area, ma il numero uno bianconero gli nega il gol. Al 25' ancora Blancos pericolosi: Ferrara salva sulla linea in rovesciata un pallonetto di Makelele. Pochi istanti prima una traversa di Amoruso aveva illuso la Juventus. Lo stesso attaccante campano si divora un gol incredibile al '28, sparando la palla addosso al portiere Contreras, solo davanti alla porta. Ma il Real spinge e, dopo un palo colpito da Salgado al 31' su invitante assist di Zidane, va in vantaggio con Morientes: gran colpo di testa del Moro, che la sblocca su assist di Makelele. Al 36' Juve prova a reagire con un tiro di Tacchinardi che termina a lato, ma sono sempre i blancos a fare la partita: grandi parate di Tacconi su De La Red al 37' e su Makelele al 38'. Al 40' altro palo colpito dal Real, sempre con lo scatenato Morientes. Tre minuti prima della fine del primo tempo arriva l'inevitabile raddoppio dei Blancos, con rete del grande ex Zidane, che con un pezzo di bravura fa sedere Tacconi e lo scavalca con il sinistro. Sembra finita per il primo tempo, ma al 45' la Juve ha un sussulto, e Tacchinardi, uno dei migliori nella prima frazione, riapre il match, segnando al volo su cross di soldatino Di Livio.
SECONDO TEMPO - Nella ripresa la novità più grande è senza dubbio l'ingresso di Zidane con la maglia della Juventus, oltre a quello di Paolo Montero e Christian Vieri. Confermati Davids e Camoranesi, Butragueno ancora in panchina, c'è sempre Seedorf nel Real; dentro anche Chimenti, Ravanelli e Zoran Mirkovic per la Vecchia Signora. Pressa subito alto la Juve, ma il Real Madrid riparte e si rende pericoloso al 58' con De La Red, rimedia Chimenti con una grande parata in controtempo. Al 60' entrano Iuliano, Tudor e Alessio per la Juve, e il Buitre Butragueno per il Real. Da segnalare le ovazioni per Davids e Nedved all'uscita. Quattro minuti dopo Ivan Perez avanza a sinistra e mette in mezzo, poi De La Red al limite dell'area, arriva un cross in mezzo e Clarence Seedorf realizza il tre a uno, con un grandissimo tiro da fuori area, a beffare Chimenti. Davvero un bel gol dell'olandese, che ci ha abituato bene in tutta la sua carriera. La Juve prova a reagire con Alessio, ma è sempre il Real ad avere le migliori occasioni: al 67' Butragueno da due passi tira alle stelle. I ritmi calano visibilmente dal '70 in poi, come è anche giusto che sia. Al 73' grande azione della Juve, con il neo-entrato Porrini che crossa in mezzo per Ravanelli, Penna Bianca non ci arriva per un soffio. Al '78 ancora Juve pericolosa con Bobo Vieri, ma è l'ultimo sussulto: l'arbitro De Marco al '78 fischia infatti un calcio di rigore per fallo di Tudor su Michel Salgado. Butragueno non lo vuole calciare, e allora è De La Red a realizzare il 4 a 1 per i madrileni. Solo accademia per i Blancos il finale, all'88' arrotondano ulteriormente con il gol di Velasco. La partita termina 1 a 5, una punizione forse eccessiva per i bianconeri, ma il Real ha giocato decisamente meglio: sugli spalti applausi per tutti, proprio una bella festa per il calcio questa sfida tra Leggende di Juve e Real Madrid.


AFFAIRE MORATA - Si è trattata anche di un'occasione per parlare di mercato: avrebbe dovuto esserci una cena tra le due dirigenze, che invece hanno parlato direttamente allo stadio del passaggio del giovane attaccante Alvaro Morata dal Real alla Juventus, e secondo quanto riporta Sky Sport ci sono stati dei progressi in questo senso. Non si sa se si è parlato anche di Arturo Vidal, giocatore che interessa molto agli spagnoli.

INCONTRO ALLO STADIUM - Stando a quanto riportato da Tuttojuve.com la dirigenza del Real Madrid e della Juventus verso le 22.30 hanno iniziato una cena all'interno del ristorante dello Juventus Stadium per discutere in merito al trasferimento di Alvaro Morata in bianconero.
L'incontro poi si sarebbe concluso intorno alle 23.30: le parti si rivedranno e il Real Madrid avrebbe mostrato una certa apertura alla partenza di Morata ma continua a chiedere la clausola del controriscatto che la Juventus non vedrebbe di buon occhio.