La Juventus può sorridere: Cristiano Ronaldo ci sarà contro l'Ajax. L'organo disciplinare della Uefa si è espresso oggi sul caso gestaccio che ha visto protagonista l'asso portoghese nel ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro l'Atletico Madrid e non ha ritenuto sussistessero le condizioni per arrivare ad una squalifica.

SOLO UNA MULTA - Per l'attaccante bianconero era stata aperta un'indagine da parte dell'organo di controllo della Uefa per la violazione degli articoli 11 e 12 del codice disciplinare in seguito al gestaccio a fine gara contro i tifosi dell'Atletico. Un'indagine non ha portato ad una squalifica, bensì soltanto ad una multa da 20mila euro.

COME SIMEONE - Ronaldo aveva replicato il gesto di indicare le proprie parti intime, "los huevos", fatto dall'allenatore dei Colchonerso Diego Simeone. Il tecnico argentino l'aveva rivolto verso i propri tifosi e aveva ricevuto una multa da 20 mila euro. La differenza per quanto riguarda il numero 7 bianconero, e che ha fatto tremare i proprio tifosi, risiedeva nel fatto che il suo gesto era rivolto verso i tifosi avversari. La Uefa non ha però ritenuto necessaria una differenziazione fra i due casi e ha comminato quindi la stessa pena per entrambi i protagonisti.

IL COMUNICATO
L'organo di controllo etico e disciplinare della Uefa (CEDB)si è oggi pronunciato sul seguente caso:

Partita: ottavi della UEFA Champions League fra la Juventus Football Club e Club Atlético de Madrid, giocata il 12 marzo in Italia.

Accuse contro la Juventus Football Club:
Condotta impropria del calciatore Cristiano Ronaldo – violazione degli Art. 11 (2) (b) and Art. 11 (2) (d) del codice di regolamento disciplinare della UEFA.

DECISIONE: La CEDB ha deciso di:
multare il giocatore della Juventus Cristiano Ronaldo con una multa da €20,000 per la sua condotta impropria.