Un gioiello sulla bocca di tutti. Il destino di Joao Felix sembra scritto, un talento puro che sta incantando con il Benfica al punto da aver attirato l'attenzione di mezza Europa. Portoghese, classe 1999, l'agente è naturalmente Jorge Mendes che controlla le prestazioni di questo giovane attaccante da diversi anni: è stato il potentissimo procuratore a studiarne l'attuale contratto fino al 2023 con clausola da 120 milioni, sempre a Mendes si è rivolto il Benfica per provare a migliorare l'accordo aumentando la clausola stessa.

A CENA CON LA JUVE - Felix ha qualità, rapidità, una visione di gioco fuori dal normale; a tutto questo va aggiunta una dose di personalità non indifferente. Jorge Mendes ne ha già parlato con i top club europei, senza scartare l'idea di portarlo in società vicine come Wolverhampton o Monaco; il Manchester United ha mandato i suoi scout a seguirlo, le big spagnole hanno drizzato le antenne, per Joao Felix c'è la fila. La Juventus lo conosce bene, gli uomini del ds Paratici lo seguono dai tornei giovanili col Portogallo dove già brillava e il rapporto con Mendes - dopo le operazioni Ronaldo e Cancelo - non va sottovalutato: durante la cena al Globe Soccer di Dubai, Mendes ha avanzato l'idea Joao Felix alla Juve in prospettiva come opportunità di investimento a costi già molto alti, oltre i 30/40 milioni. Le prestazioni di questo ragazzo nell'ultimo mese e mezzo poi sono esplose, il prezzo tende a salire e i club portoghesi difficilmente fanno sconti sui propri pezzi pregiati. Ecco perché Paratici è molto cauto; ma stima molto Joao Felix e intravede prospettive, mentre Mendes lo propone alla ricerca della soluzione migliore. E di chi possa davvero pronto a sborsare una cifra importantissima per un ragazzino, seppur di enormi prospettive. La Juve ha preso nota. Metti una sera a cena con Mendes...