123
Sì, lo spettacolo non è mancato. I 3 goal della Juve contro il Genoa sono stati uno più bello dell’altro, con Dybala che ormai spacca le partite: inizia sempre lui a scardinare l’1-10 delle squadre avversarie. Il copione, infatti, (eccezione Bologna) è, quasi sempre lo stesso: un primo tempo in cui i bianconeri sbattono contro il muro degli avversari senza riuscire a metterla dentro e un secondo tempo risolutore. Tattica, ma soprattutto fatica degli altri, lasciano spazio al maggior talento tecnico, che i vari tridenti d’attacco sanno proporre. Anche la difesa appare più attenta e registrata. Merito sicuramente dei centrali e di De Ligt, in particolare, sempre più sicuro di sé, capace di anticipi chirurgici e di scatti perentori nell’area avversaria, ma qualcosa, quasi sempre la stessa, lascia a desiderare.

CONTINUA SU ILBIANCONERO.COM