33

La Nazionale di Roberto Mancini è stata per molti la scusa per tornare a parlare di giovani in Italia e dello spazio che spesso molti di loro meriterebbero, ma non riescono ad ottenere nelle proprie squadre. La scorsa settimana, prima che gli Azzurri scendessero in campo si è chiuso ufficialmente il campionato Primavera con gli ultimi due verdetti rimasti, ovvero lo scudetto vinto dall'Inter contro la Roma nella finalissima e il Napoli che si è salvato mandando in Primavera 2 il Genoa nel playout.

LARGO AI GIOVANI - Largo ai giovani è il mantra che oggi è più usato e stra-abusato, e allora anche noi abbiamo scelto di chiudere la stagione della rubrica Focus Primavera con la creazione della nostra top 11 (+7 riserve) dei giovani più interessanti del campionato appena conclusosi. Con la speranza che molti di loro, l'anno prossimo, possano trovare spazio e continuità per il bene del nostro movimento. Menzioni particolari vanno fatte per Miretti (Juve), Afena Gyan (Roma), Scalvini (Atalanta) e Asllani (Empoli) che hanno iniziato in Primavera, ma che la Serie A se la sono conquistata nel corso della stagione. 

ECCO LA NOSTRA TOP 11 PRIMAVERA SCHIERATA CON IL 4-2-1-3 (CLICCA SUI NOMI PER LEGGERE IL PROFILO TRACCIATO DURANTE L'ANNO)

Mastrantonio (Roma); Mulazzi (Juve), Flamingo (Sassuolo), Palomba (Cagliari), Carboni (Inter); Casadei (Inter), Faticanti (Roma); D'Andrea (Sassuolo); Distefano (Fiorentina), Nasti (Milan), Ambrosino (Napoli).

A disposizione: Desplanches (Milan), Amey (Bologna), Gala (Milan), Fazzini (Empoli), Omar (Atalanta), Samele (Sassuolo), Di Stefano (Sampdoria).

Allenatore: Alberto De Rossi (Roma)