19
In stand by, ma sempre nel mirino. Il Milan non ha abbandonato la pista che porta a ​Tiémoué Bakayoko, che continua a essere un obiettivo, nonostante l'arrivo dal Brescia di Sandro Tonali. Maldini e Massara vogliono un quarto centrocampista di quantità e qualità, che possa aumentare le soluzioni in mezzo, che possa essere un'alternativa a Kessie, Baka è la prima scelta, per arrivare alla fumata bianca bisogna però superare alcuni ostacoli. In primis quello legato alle richieste del Chelsea, che continua a sparare alto: ha aperto al prestito con riscatto, ma la valutazione complessiva che fanno i Blues è di 30 milioni, al momento troppi per il Milan. A questo bisogna aggiungere la necessità rossonera di lavorare in uscita con Krunic che resta sul piede di partenza (c'è il Friburgo), nonostante le ottime parole spese da Pioli.

Il Milan conta di riparlarne con il Chelsea negli ultimi giorni di mercato, nella speranza che le cifre possano cambiare, conscio del fatto che Lampard non considera il francese, rientrato dal deludente prestito al Monaco, una soluzione. E' inoltre difficile pensare che il club di Abramovich possa tenere in rosa e pagare un giocatore che rischia di vedere il campo solo dalla tribuna. Bakayoko è sul mercato, il Chelsea vuole monetizzare il più possibile, una soluzione potrebbe essere rappresentata dal Paris Saint-Germain che secondo Telefoot valuta il suo profilo.
RICHIESTA DI LEO - Leonardo, che lo portò al Milan, lo ha chiesto in prestito con diritto di riscatto, a cifre inferiori ai 30 milioni di euro, esattamente come ha fatto Maldini, per ora la risposta del Chelsea è stata negativa. Ma il Psg presto tornerà con una nuova proposta. Baka piace, la sfida al Milan è pronta ad accendersi.