51
Nel dopo-partita dello Juventus Stadium, il portiere del Milan Pepe Reina ha parlato ai microfoni di Milan TV: "Penso che abbiamo fatto una bella gara, non meritavamo la sconfitta. Questa gara ci darà una spinta per la stagione e per il nostro obiettivo. Ci dobbiamo accontentare della prestazione, che oggi c’è stata. Giocando così nel futuro immediato è difficile che la squadra venga sconfitta. Ho visto una squadra con personalità, che ha cercato di vincere in uno stadio complicato e con delle decisioni che hanno influenzato un po’ la gara. Penso che l’arbitro abbia sbagliato".

SULL'ARBITRO - "L’arbitro ha spiegato in campo le motivazioni che lo hanno spinto a non concedere il rigore. Se fai la domanda a 10 persone, 9 ti dicono che è rigore. Quando ti chiamano a vedere il VAR, 9 volte su 10 si cambia la decisione perché un motivo c è. Ho detto a Fabbri di parlare tra loro arbitri per unificare le decisioni sui falli di mani in aerea. Secondo, me il giocatore copriva con il braccio uno spazio che non era possibile coprire altrimenti. Questo è rigore, qui, a Milano e in qualsiasi parte".

SULLA CHAMPIONS - "Questo è un campo sempre particolare e bisogna reagire, con le decisioni arbitrali non si può fare più nulla. Dobbiamo essere contenti per la bella prestazione, se si gioca così in questa volata finale abbiamo delle opzioni importanti per centrare il nostro obiettivo, che è la Champions. Mancano 7 partite ed è vietato mollare di una virgola. Ce la giocheremo con tutti a testa alta e con il coltello tra i denti. Questa è l’unica strada che conosco nel calcio"