Commenta per primo

"Domani voglio vedere una Lazio positiva e volenterosa, dobbiamo dare tutto per cercare ottenere questi tre punti che in altre circostanze forse meritavamo ma che non siamo stati in grado di ottenere". Vladimir Petkovic presenta cosi' la gara col Bologna in programma domani alle 15 all'Olimpico. Una Lazio uscita dalla zona Europa League e che non vince da un mese esatto. Ancora una votla Petkovic sottolinea come "abbiamo dato gia' un timbro in passato con altri fatti, non dimentichiamo cosa abbiamo fatto nelle due coppe", anche se adesso invita tutti a cancellare la memoria: "In campionato - spiega - azzeriamo tutto e non pensiamo ne' a cosa abbiamo fatto, nel bene e nel male".

Secondo alcuni il problema della Lazio e' nella testa, tanto che si parla anche di un mental-coach affiancato a Petkovic: "Noi per la prima volta da febbraio abbiamo avuto due settimane per lavorare. Eravamo molto vuoti soprattutto dopo l'eliminazione dall'Europa League - spiega - ma nell'ultima partita si e' visto il miglioramento. Sono sicuro che arriveranno nuovi impulsi e un gioco migliore. Il mental-coach? C'e' una persona che collabora con me su questo livello, ma parliamo piu' per il futuro, per pianificare. Certi input cerchiamo di combatterli attraverso colloqui aperti".

Tra questi, anche il continuo sostegno dei tifosi che in questa settimana hanno affollato il Centro Sportivo di Formello per far sentire il proprio apporto alla squadra: "La squadra li ha accolti molto bene, ma anche i tifosi hanno recepito che la squadra non e' vuota. Sono sicuro che domani sara' un'altra Lazio".