Commenta per primo

La strana coppia. Uno è lungo lungo, romano e rumoroso. L’altro è silenzioso, riservato e ti ricorda qualcuno. Sono i semi che la Sampdoria ha piantato nel cuore di Budapest. Aspetta che diventino alberi, li osserva crescere. Nella patria del Grande Magiaro, eroe celebrato in tutte le piazze, sono i Piccoli Magiari del Doria.

Uno è Emanuele Testardi, classe 1990, romano de Roma, da tre anni della Samp che l’ha lanciato in serie A nel 2010/2011 prima dei prestiti a Lanciano, Siracusa, Portogruaro e l’anno scorso SudTirol. L’altro è Andrea Mancini, classe 1992, lui solo nato a Genova ma doriano di diritto perché papà Bobby Gol l’ha sfornato mentre cuciva lo scudetto.

Da pochi giorni sono entrambi nell’Honved, la gloriosa squadra che fu di Ferenc Puskas.