Lucas Torreira sta vivendo una stagione indimenticabile a Genova, sponda Sampdoria. Il centrocampista blucerchiato è uno dei perni della formazione di Marco Giampaolo, e anche grazie alle prestazioni con la maglia doriana il regista classe 1996 si è guadagnato la chiamata della Nazionale. 

L'Uruguay di Tabarez ha convocato il regista per la prossima China Cup, un trampolino di lancio importante chiave mondiale. Torreira ovviamente non vede l'ora di affrontare la nuova avventura insieme al compagno Gaston Ramirez: "Con Gaston abbiamo parlato molto, conosce il Maestro e sa molto bene quello che vuole. Non vedo l'ora di incontrarlo, è una persona che conosce molto del calcio. Questo si riflette nella selezione che, sotto la sua guida, è diventata una squadra molto importante" ha detto Torreira a Republica.com.uy.

Inevitabile anche un accenno alla vicenda Astori: "La morte di Astori è stata un colpo molto duro, non solo per il calcio, per tutti. Era una persona importante, un giocatore di rilievo nazionale.  La notizia ci ha preso tutti di sorpresa. Stavamo per pranzare prima della partita contro l'Atalanta e ci hanno dato la notizia" riporta Sampdorianews.net. "Siamo rimasti di ghiaccio e immediatamente dopo abbiamo chiesto ai dirigenti, per rispetto della famiglia del giocatore, di non uscire per giocare la partita."