36
Il Cagliari vola. E non lo fa solo a bordo degli aerei che ogni due settimane portano la squadra sarda in giro per l'Italia. Lo fa anche (e soprattutto) in classifica. Doveva essere un anno speciale, quello del centenario, ma nessuno - nemmeno nei sogni migliori - si immmaginava una partenza simile. Alla radice del capolavoro c'è l'umiltà di Tommaso Giulini, presidente che non ama i riflettori e fa parlare il lavoro. Le leggi del calcio e del mercato lo hanno obbligato in estate a cedere Barella: lui ha rilanciato, mettendo in piedi una rosa fatta di qualità, sostanza e spensieratezza, unita in un perfetto mix di esperienza e gioventù. Prima i no alle offerte per Cragno e Pavoletti, poi il doppio pesante infortunio. Rassegnazione? Macché. 

CHE NUMERI! - I quarantacinque milioni complessivi arrivati dall'Inter si sono tramutati nella grinta di Nainggolan, nella corsa di Rog, nella qualità di Nandez e nella fame di Simeone. Un mercato perfetto, disegnato insieme al ds Marcello Carli, che lancia i sardi in zona Champions. Ventuno punti in undici partite, 6 vittorie, 18 gol fatti e 10 subiti. A livello difensivo, solo Juve e Verona hanno fatto meglio. A godere è tutta l'Isola, l'orgoglio del Casteddu e dei 10.700 abbonati, cifra record. 

GENTE DI MARAN - Il merito, in campo, è anche del condottiero, osannato dai tifosi all'aeroporto di ritorno dalla trasferta di Bergamo. I suoi tifosi, la sua gente. La gente del mare. O, se preferite, di Maran. Dopo gli ottimi campionati con Catania e Chievo, ecco l'avventura rossoblù. E' riuscito a disegnare una squadra quadrata e pericolosa, unendo l'esperienza di elementi come Klavan, Pisacane e Cigarini alla voglia di riscatto di Nainggolan, Olsen e Simeone. Fino alle sorprese Nandez e Oliva, che si aggiungono alla certezza Joao Pedro. 

IMPENNATA - La conferma dell'ottimo lavoro del trio Giulini-Carli-Maran si riflette sul mercato e sui conti societari. Il monte ingaggi non supera i 22 milioni di euro, la spesa estiva - finanziata dalla già citata cessione di Barella - ha fatto registrare uscite per 23 milioni di euro. Prestito secco e gratuito per Olsen e Nainggolan, 18 milioni per Nandez, 5 totali per i prestiti di Simeone (secco) e Rog (obbligo di riscatto a 13). Gente che, ora, vale rispettivamente 7,5 milioni, 20 milioni, 22 milioni, 17 milioni e 11 milioni. Estrema valorizzazione e crescita della rosa, che ora (fonte transfermarkt.it) vale ben 172 milioni di euro. Chapeau. Per un Cagliari che vuole volare ancora. In classifica e in aereo. Magari con destinazione Europa.